relazione energetica

Ex legge 10

Sai che gli interventi edili o impiantistici che desideri fare devono obbligatoriamente rispettare tutte le normative riguardanti il risparmio energetico?

VUOI SAPERNE DI PIÙ?

La relazione energetica, comunemente conosciuta con il nome di “ex Legge 10”, è un documento che fornisce informazioni relative alle prestazioni ed al rendimento energetico del sistema edificio–impianti, considerando anche eventuali contributi provenienti da fonti rinnovabili.

Ecco le quattro casistiche che obbligano al deposito della “legge 10”:

nuove costruzioni

In questa casistica ricadono:

  • edifici di nuova costruzione;
  • edifici sottoposti a demolizioni e ricostruzioni;
  • ampliamenti superiori al 15% della volumetria climatizzata preesistente o, comunque, superiori a 500 metri cubi.

Le verifiche e i requisiti dovranno essere rispettate sull’intero edificio.

riqualificazione energetica

Premettiamo che la maggior parte degli interventi ricadono nelle riqualificazioni energetiche. In questo caso, gli interventi coinvolgono una superficie inferiore o uguale al 25 per cento della superficie disperdente lorda complessiva dell’edificio e/o consistono nella nuova installazione, nella ristrutturazione di un impianto termico asservito all’edificio o di altri interventi parziali, compresa la sostituzione del generatore.

 

Le verifiche e i requisiti dovranno essere rispettate solo sugli elementi interessati.

ristrutturazioni importanti di primo livello

Ricadiamo in questa casistica quando si prevede contemporaneamente:

  • un intervento che interessare l’involucro edilizio con un’incidenza superiore al 50 per cento della superficie disperdente lorda complessiva dell’edificio;
  • la ristrutturazione dell’impianto termico per il servizio di climatizzazione invernale e/o estiva asservito all’intero edificio;

Le verifiche e i requisiti dovranno essere rispettate sull’intero edificio.

ristruttuazioni importanti di secondo livello

Per ricadere nel secondo livello, l’intervento dovrà interessare l’involucro edilizio, con un’incidenza superiore al 25 per cento della superficie disperdente lorda complessiva dell’edificio, e può interessare l’impianto termico per il servizio di climatizzazione invernale e/o estiva.

Quindi non devono avvenire contemporaneamente gli interventi su impianto e involucro come nel caso del primo livello.

 

Le verifiche e i requisiti dovranno essere rispettate solo sugli elementi interessati.

Operiamo principalmente in Piemonte, a Torino e Provincia, ad Asti e Provincia, a Cuneo e Provincia, ma per te, su richiesta, possiamo lavorare in tutta Italia.
Vuoi saperne di più?

Compila il modulo e richiedi maggiori informazioni.

“Il mio progetto preferito? Il prossimo.”

(Frank Lloyd Wright)

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi