pratiche edilizie

Le autorizzazioni per i lavori edilizi necessitano di un iter molto preciso per ottenere le detrazioni fiscali, che rischiano di sfumare per un piccolo errore di valutazione o un ritardo nelle comunicazioni. Con noi sei sicuro di ottenere questi benefici.

VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI?

Per spostare delle pareti (anche se solo in cartongesso) devi presentare una pratica di autorizzazione al Comune e poi al Catasto. Per i titoli edilizi sono spesso necessari alcuni allegati come la relazione di progetto per il risparmio energetico (L. 10/91 e s.m.i.), certificazione energetica A.P.E., ecc…

Cosa facciamo:

C.I.L.A.

Comunicazione di Inizio Lavori Asseverata

È la pratica per le opere di “edilizia libera” che, contrariamente a come vengono definite dal D.P.R 380/01, necessitano comunque della presentazione un titolo edilizio. La C.I.L.A.  è una pratica che deve essere asseverata da un tecnico abilitato (es. Ingegnere). Rientrano fra le opere autorizzabili con questo titolo edilizio:

  • Lo spostamento di pareti interne
  • L’apertura / chiusura di porte
  • Tutte le altre opere interne di manutenzione straordinaria che non incidano sulle strutture portanti.

Generalmente la maggior parte delle ristrutturazioni di appartamenti possono essere fatte presentando una C.I.L.A. che consente di iniziare subito l’esecuzione delle opere dal giorno successivo alla presentazione al Comune.

S.C.I.A.

Segnalazione Certificata di Inizio Attività

Serve ad autorizzare, oltre alle opere già ricomprese nella C.I.L.A., anche interventi sulle parti portanti e sugli esterni delle unità immobiliari. Anche la S.C.I.A consente di iniziare l’esecuzione delle opere in progetto il giorno successivo alla presentazione della pratica al Comune. La S.C.I.A. è una pratica edilizia che deve essere asseverata da un tecnico abilitato (es. Ingegnere) in qualità di progettista e prevede anche la nomina di un direttore lavori che possono anche essere la stessa persona. Per le opere strutturali, serviranno delle verifiche a firma di un Ingegnere strutturista. Al termine delle opere sarà necessario presentare una comunicazione di “fine lavori” al quale andranno allegati l’aggiornamento catastale e le certificazioni degli impianti.

D.I.A.

Dichiarazione di Inizio Attività

Originariamente la D.I.A. serviva per autorizzare le opere oggi regolate dalla S.C.I.A., con la differenza di avere come caratteristica principale che per poter iniziare ad eseguire le opere era necessario attendere 30 giorni di silenzio/ assenso del Comune dopo la presentazione. Oggi la D.I.A. esiste come “alternativa al permesso di costruire” e regola le opere come ampliamenti, demolizioni parziali e recupero del sottotetto ai fini abitativi.

Permane l’obbligo di attendere 30 giorni di silenzio/ assenso del Comune dopo la presentazione al termine dei quali dovrà essere prodotta comunicazione di “inizio lavori”. La D.I.A. è una pratica edilizia che deve essere asseverata da un tecnico abilitato (es. Ingegnere) in qualità di progettista e prevede anche la nomina di un direttore lavori che possono anche essere la stessa persona. Per le opere strutturali, serviranno delle verifiche a firma di un Ingegnere strutturista. Al termine delle opere sarà necessario presentare una comunicazione di “fine lavori” al quale andranno allegati l’aggiornamento catastale e le certificazioni degli impianti.

Operiamo principalmente in Piemonte, a Torino e Provincia, ad Asti e Provincia, a Cuneo e Provincia, ma per te, su richiesta, possiamo lavorare in tutta Italia.
Vuoi saperne di più?

Compila il modulo e richiedi maggiori informazioni.

“Il mio progetto preferito? Il prossimo.”

(Frank Lloyd Wright)

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi